Condizioni Generali di vendita

Articolo 1

accettazione delle condizioni generali di vendita L’invio dell’ordine implica la piena accettazione delle condizioni di vendita esposte di seguito oltre all’accettazione dei prezzi e condizioni esposte sui documenti allegati alle stesse condizioni di vendita.

Articolo 2: consegne

2.1 I tempi di consegna sono comunicati a solo titolo informativo, eventuali ritardi non autorizzano il cliente ad addebitarepenali, chiedere danni, interessi, o cancellare l’ordine.
2.2 I beni viaggiano al rischio dell’acquirente, in caso di danneggiamento o differenze nelle quantità consegnate, il compratore deve informare il corriere in modo chiaro e preciso tramite raccomandata con ricevuta di ritorno entro tre giorni dalla data di consegna (nel conteggio non sono incluse le festività). In caso di Inosservanza di queste istruzioni, l’acquirente non potrà richiedereil rimpiazzo della merce o qualsiasi altra forma di Indennizzo.Articolo

3: prezzi

3.1 La merce viene fatturata ai prezzi in vigore alla data di invio dell’ordine, o a quelli riportati nelle condizioni speciali di vendita.
3.2 I prezzi si intendono esclusi da qualsiasi tipo di tassa (iva, tasse speciali su prodotti tessili ecc...) e la spedizione gratuita per tutti gli ordini inviati da un punto vendita per un valore minimo di listino di 150 euro (DMC + Fillawant). Sarà fatturato un importo forfetario di 9,90 euro per ogni ordine che non raggiunga i limiti minimi sopraindicati.Articolo


4: pagamenti

4.1 Il pagamento dovrà avvenire entro 30 giorni dalla data della fattura se non altrimenti riportato sulla fattura stessa o nelle condizioni speciali di vendita.
4.2 Il pagamento deve essere accreditato alla DMC entro la data di scadenza.
4.3 Il ritardato pagamento comporta l’addebito immediato dell’eventuale sconto cassa e degli interessi: questi saranno calcolati sull’euribora tre mesi maggiorato del 50%. In caso di fattura con pagamento suddiviso nel tempo, il mancato pagamento di una singola rata comporterà che tutte le rate seguenti diventeranno subito esigibili da parte nostra senza necessità di ulteriori comunicazioni.
4.4 Il ritardato pagamento comporta l’addebito di una indennità forfetaria di 40 euro per spese di riscossione crediti. Questo montante forfettario si aggiunge alle penalità previste nei punti precedenti.

Articolo 5: difetti di qualità

5.1 Fatto salvo quanto riportato nell’articolo 2.2, I reclami relativi alla qualità della merce devono avvenire entro 10 gior
ni dalla consegna della stessa, reclami oltre tale data non saranno presi in considerazione.
5.2 Nessun reso sarà accettato senza un benestare scritto da parte di DMC, in nessun caso saranno accettati resi di merce privi dell’imballo originale. Tutti i resi causati da responsabilità dell’acquirente saranno gestiti a spese dello stesso.

Articolo 6: rivendita della merce

Il compratore, in mancanza di un benestare chiaro da parte di
DMC, si deve astenere dal riconfezionareo modificare in qualsiasi modo il prodotto consegnatogli al fine di rivenderlo. Nel caso il compratore non rispetti quest’obbligo, DMC si riserva la possibilità di sospendere le forniture, senza che questo pregiudichi il diritto dell’acquirente a chiedere alla DMC danni derivanti da questa azione.

Articolo 7: clausola di proprietà e trasferimento del rischio

I beni resteranno di proprietà della
DMC fino al pieno pagamento degli stessi, inclusi i costi accessori. I rischi relativi a perdite o danneggiamenti dei beni o a qualsiasi danno questi possano provocare, sono trasferiti al compratore dal momento in cui i beni stessi vengono messi a sua disposizione. Dove applicabile, il compratore stipulerà una polizza assicurativa a copertura dei rischi chepossano generarsi dal momento in cui i beni sono messi a sua disposizione e informerà DMC di tutte le misure prese da terze parti in relazione a questi beni, a titolo esemplificativo un pignoramento o altro. Fino al momento i cui il pagamento non sarà effettuato per intero, il compratore si impegna a conservare i beni in modo tale che questi possano essere identificati chiaramente come appartenenti a DMC, evitando di mischiarli con la merce di altri fornitori.

Articolo 8: risoluzione delle controversie

Ogni controversia derivante dall’interpretazione e/o esecuzione di queste condizioni generali di vendita e dalla vendita stes
sa,sarà soggetta esclusivamente alla legge francese. La corte di commercio di parigiavrà l’esclusiva titolarità a redimere le controversie, incluse, come casi urgenti, l’introduzione di terze parti e la valutazione di istanze multiple.